SEGUI IL TUO NASO: ISTRUZIONE E PERCORSO DI FORMAZIONE NELLE SCUOLE DI PROFUMERIA, PARTE 1

2021 . 03 . 05 | scritto da Karen Marin

Aggiungi alla mia selezione

Contenuti originali di Essencional

Profumo

Nasi

+2

Non molto tempo fa, alla fine del XX secolo, poche persone al mondo sapevano che essere un profumiere era in realtà una professione, probabilmente perché era un mestiere insegnato dal maestro all'apprendista. Tutto è cambiato nel 1946 con la creazione della prima scuola di fragranze e da allora sono sorte più istituzioni che insegnano non solo la creazione di profumi ma tutto ciò che la supporta, dall'approvvigionamento alla valutazione al controllo di qualità. La ricerca nelle scuole e l'apprendimento dell'ampiezza delle opzioni di lavoro è diventato un momento di "chi sapeva che esistevano". Questa serie in due parti fa un'immersione profonda nelle scuole di fragranze interne associate alle case petrolifere in cui vengono formati i futuri profumieri, nonché negli istituti accreditati in cui un'offerta più ampia prepara gli studenti a molteplici percorsi di carriera.

GIVAUDAN
La scuola di profumeria di Givaudan si distingue per diversi motivi, come mi ha spiegato il responsabile del programma, Eugénie Briot. È la più antica scuola di fragranze, fondata a Grasse nel 1946 da Jean Carles, che all'epoca era un profumiere di Roure (fusa con Givaudan nel 1991), il naso dietro a molte fragranze tra cui Shocking de Schiaparelli e Miss Dior. Era subito dopo la fine della seconda guerra mondiale e vide che c'era bisogno di più profumieri a causa della domanda da parte delle case di moda che, non avendo un profumiere nello staff, volevano creare fragranze, inoltre c'era bisogno che i clienti capissero le basi della creazione di profumi. Fino a quel momento non esisteva un sistema formale, era un mestiere insegnato dal maestro all'apprendista. Di conseguenza, lo studente dipendeva dal mentore e dalla sua disponibilità a condividere e trasmettere le sue conoscenze. Carles voleva creare una scuola e un metodo di apprendimento dei materiali per profumeria naturali e sintetici, un processo strutturato in cui gli studenti sarebbero stati molto indipendenti.
Il corso di studi quadriennale di Givaudan inizia fuori Parigi, ad Argenteuil, dove gli studenti iniziano a memorizzare oltre 500 ingredienti attraverso un programma di formazione ancora in parte basato sul metodo Jean Carles, aggiornato da Calice Becker, profumiera, creatrice di J'adore di Dior, e attuale direttore della Scuola di Profumeria. Un giardino in loco, recentemente inaugurato, consente agli studenti di avere un contatto diretto con ingredienti che cambiano stagionalmente. Mme Briot ha spiegato: “Gli ingredienti hanno legami emotivi con le persone in base alla loro cultura e a ciò con cui sono cresciuti. Quando gli studenti lavorano insieme sugli ingredienti condividono le loro esperienze personali con gli altri, quindi è un modo per imparare gli uni dagli altri ".
I primi due anni del programma si concentrano sull'apprendimento delle materie prime, degli accordi e della teoria. Il terzo e il quarto anno includono stage per imparare l'analisi, la profumeria tecnica e "... per lavorare presso il nostro centro di ricerca in Inghilterra sulle neuroscienze, per lavorare con i nostri chimici in Svizzera, e nell'ultimo anno sono in apprendistato con un profumiere senior con cui lavoreranno a stretto contatto in ogni categoria, inclusi profumi raffinati, cura della casa, cura della persona o cura del bucato "ha sottolineato Mme Briot" C'è anche un campus situato a Singapore dove tutti gli studenti trascorrono sei mesi e quelli interessati al mercato Asia-India si allenano lì per un anno. È importante trascorrere del tempo qui per capire davvero le specificità del mercato, per sentire l'odore in questo clima in cui l'aria è diversa ed è umida e calda ".
La Scuola di Profumeria è interna e forma solo persone che sono state assunte per diventare profumieri a Givaudan, reclutate in base a specifiche esigenze mondiali. Come ha spiegato Mme Briot, "Potremmo aver bisogno di sostituire qualcuno che va in pensione, di aggiungere personale a causa del carico di lavoro, per supportare mercati in crescita, nel qual caso assumiamo qualcuno specificamente per quel mercato, che parli la lingua e conosca molto bene la cultura". Pertanto, il reclutamento e la formazione vengono effettuati solo in linea con le esigenze interne: in media vengono reclutati 2 studenti all'anno ma può variare. Tieni presente che possono esserci fino a 2500 candidati e la maggior parte proviene dall'esterno dell'azienda. Givaudan non richiede una formazione in chimica, ma ovviamente questa è una parte enorme della professione. I candidati dovrebbero essere curiosi di molte cose (non solo dei profumi), devono essere buoni ascoltatori, avere uno spirito aperto, essere empatici, indipendenti e resilienti, oltre ad essere competitivi, creativi e fare gioco di squadra. Mme Briot ha spiegato: “Devono essere in grado di lavorare più e più volte sullo stesso progetto, la stessa nota senza scoraggiarsi. Devono essere fiduciosi ma umili per ricevere critiche. Queste sono abilità contraddittorie che non sono sempre facili da trovare in una persona. " In questo momento, il gruppo è piuttosto diversificato con studenti provenienti da Italia, Singapore, Stati Uniti, Brasile, India, Francia e Sud Africa e le donne rappresentano i due terzi del totale. La maggior parte ha un'età compresa tra 24 e 28 anni perché ha già conseguito un'istruzione secondaria. Poiché sono assunti, non pagano la scuola, infatti vengono pagati durante la formazione perché l'apprendimento è il loro lavoro.
Mentre chiudevamo la nostra conversazione, Mme Briot ha fatto un'osservazione interessante. “I nostri laureati diventano profumieri e in genere rimangono in questa posizione fino alla fine della loro carriera. Alcuni possono fare un cambiamento, ma per la maggior parte è un mestiere in cui la conoscenza e il savoir-faire si evolveranno, ma la posizione in sé non cambia ".

ECOLE SUPERIEURE DE PARFUM (ESP)
ESP è una giovanissima scuola che ha aperto a Parigi nel 2011, fondata da l'Ecole de Condé, ora chiamata AD Education, con il supporto di numerose aziende prestigiose oltre a Maurice Alhadève, ex direttore dell'ISIPCA, e Chantal Artignan, Direttrice della la scuola. Dopo aver incontrato i leader del settore delle fragranze per scoprire quali fossero le loro esigenze, è stato identificato un divario tra i processi di creazione e marketing. Inizialmente è stato desviluppato per offrire agli studenti un'esposizione completa dalla A alla Z dalle materie prime al lancio commerciale di un prodotto. Nel 2018 si è presentata l'opportunità di creare una seconda scuola a Grasse, culla del savoir-faire delle fragranze, riconosciuta dall'UNESCO. Per questa location è stato creato un programma speciale per concentrarsi sulle materie prime, la valorizzazione e la commercializzazione di piante, profumi e sapori. Questo corso di studi si concentra sul lato scientifico del settore.
ESP si è evoluta come una start-up, garantendo il continuo rinnovamento dei programmi per garantire che corrispondano alle esigenze del settore e per istruire i propri studenti su una vasta gamma di argomenti che vanno dai profumi di lusso alle fragranze funzionali, nonché aromi e cosmetici. A parte le materie più tecniche, ESP assume un approccio creativo che include materie di filosofia, arte, management, inglese e storia della fragranza. Ciò fornisce agli studenti una visione totale del settore anziché essere mirati a diventare un naso e consente agli studenti di acquisire competenze trasferibili. Inoltre, essendo una delle scuole all'interno del gruppo AD Education, ESP fa parte di una rete di istituti internazionali specializzati in lusso, design e animazione, dando agli studenti l'opportunità di lavorare su progetti speciali in collaborazione con altre scuole. La direttrice del programma Chantal Artignan mi ha spiegato: “I nostri studenti stanno realizzando un progetto sul packaging con l'ESEPAC per immaginare come distribuire e testare le fragranze nel mondo ai tempi del COVID. Qui abbiamo una situazione di vita reale, una vera esigenza aziendale in cui gli studenti sono coinvolti nel tentativo di trovare una soluzione. Il concorso è in corso e il vincitore sarà annunciato a giugno ". Ha continuato, "ESP è molto aperto. Lavoriamo in collaborazione con altre scuole su tutti i tipi di progetti, inclusi design, marketing e questioni pratiche che preparano gli studenti al pensiero imprenditoriale ".
Patrice Revillard è un ex studente e ora professore all'ESP che insegna creazione di profumi. Come mi ha spiegato: “Studiamo i classici importanti. Possiamo studiare l'architettura di un profumo per ricrearlo, oppure una fragranza che ha avuto un importante successo commerciale, come YSL Paris. Gli studenti devono capire perché il profumiere può aver selezionato determinati ingredienti, come il profumiere ha strutturato il profumo, calcolano il costo di una formula, imparano come fare qualcosa che costa meno, come lavorare nei vincoli dell'IFRA e come farlo ricreare una fragranza quando gli ingredienti non sono più disponibili. "
ESP è una scuola accreditata e molti studenti iniziano dopo aver conseguito il BAC, quindi potrebbero avere appena 18 anni. Riguardo al corpo studentesco, Mme Artignan ha spiegato: “Dal momento che la maggior parte delle lezioni sono insegnate in francese, e questo è veramente un mestiere francese, risulta che la maggior parte dei nostri studenti sono francesi. Gli studenti internazionali parlano francese e diventano ambasciatori della scuola a casa. Il nostro mix di studenti è composto da circa il 20/25% di uomini e l'80 / 75% di donne. " Nel 2011 c'erano solo 21 studenti in prima classe e ora il numero totale di studenti attivi è salito a oltre 350. In termini di profilo, ESP cerca studenti motivati ​​e appassionati attratti dall'arte, dal profumo, dagli odori. Mme Artignan ha proseguito: “Guardiamo anche a background molto diversi come la letteratura e l'arte, perché riteniamo che siano complementari. I nostri studenti sono molto accompagnati, ma il programma è piuttosto impegnativo e ambizioso. Cerchiamo di creare rispetto e solidarietà tra i nostri studenti ".
Dopo la laurea, gli studenti possono intraprendere una carriera in numerose direzioni come la creazione di profumi, la valutazione, il marketing, le vendite, lo sviluppo del prodotto, l'approvvigionamento e l'arena del controllo normativo e di qualità. Molti studenti diventano profumieri junior e alcuni decidono di avviare un'attività in proprio. In effetti, il signor Revillard ha creato il suo laboratorio di profumi indipendente, Maelstrom, dove sviluppa fragranze su misura. Diversi altri studenti che si sono incontrati all'ESP hanno fatto rivivere il marchio Maison Violet che risale al 1827. Come ha spiegato Mme Artigan, “Stanno ricostruendo un marchio della Bella Addormentata. Sposterai le montagne quando sarai motivato! "

MANE
MANE ha creato la sua Scuola di Profumeria nel 1996, con l'obiettivo di trasmettere la conoscenza e il know-how di questo mestiere in un ambiente accompagnato, in linea con i valori storici dell'azienda. Gli studenti iniziano come apprendisti in un corso di studio di 26 mesi incentrato su materie prime, estrazione, formulazione e creazione, processi di produzione, innovazione, questioni normative, preferenze dei consumatori, ricerca e comunicazione. Il programma è stato rivisto e perfezionato nel corso degli anni per far emergere il talento creativo unico di ogni naso futuro, sia esso destinato a fragranze di lusso o beni di consumo. Come Junior Perfumes, sono guidati da un Profumiere Senior per completare la parte finale della loro formazione sul lavoro lavorando su progetti reali. Ad oggi, poco più della metà dei profumieri del gruppo proviene dalla MANE School of Perfumery.
I candidati devono avere un Master di primo o secondo livello in Fragrance & Flavours o provenire da una scuola specializzata come ISIPCA o ESP. MANE è anche interessato agli studenti che hanno un BAC + 3 (laurea triennale) in un settore tecnico relativo a fragranze e aromi. Inoltre, le caratteristiche personali ricercate includono creatività, spontaneità e passione. Il processo di selezione include un'intervista video con il direttore della scuola, una valutazione delle competenze e infine una valutazione da parte dei direttori regionali che cercano di reclutare in base alle esigenze globali globali. Come con altre scuole interne, il numero di studenti reclutati varia ogni anno a seconda delle esigenze del gruppo e il corpo studentesco rappresenta diverse regioni geografiche del mondo. Al termine del programma, i laureati di solito si uniscono a una delle filiali per una posizione di profumiere.
Quando è stato chiesto di descrivere la parte più impegnativa della formazione, gli ex studenti hanno fornito una serie di risposte. Come ha affermato Benjamin Foatelli, "... il periodo più difficile è stato l'inizio del programma, ovvero la memorizzazione della materia prima". È un processo rigoroso che coinvolge diverse centinaia di ingredienti in un breve periodo di tempo. Tamara Mannina ha spiegato: "All'arrivo la formazione è molto intensa ... perché memorizzare le materie prime senza metterle in un contesto non è facile per nessuno". Cecile Muller ha sottolineato che "... ci deve essere una certa organizzazione ... Devi sapere come gestire la tua giornata e fissare i tuoi obiettivi, ed è necessaria una motivazione infallibile". Per Lisa Montes, “Essere una studentessa di profumi significa prima confrontarsi con una moltitudine di segmenti (fragranze, cura della persona, cura dei tessuti, ecc.) Con molte basi da coprire. Non si tratta solo di riconoscere le materie prime, ma anche di controllarne l'uso e l'impatto su varie basi ". Yohan Lievre è intervenuto su questo punto: "Questa fase è in realtà perpetua nella vita del profumiere, il che lo rende un lavoro eccitante".
In chiusura, ho chiesto agli studenti se avrebbero seguito lo stesso percorso, dovendo rifare tutto da capo. La travolgente risposta di "sì, senza alcuna esitazione" è arrivata da Yohan, Benjamin, Cecile, Maxime Exler e Valentin Pennacino, anche se avrebbe cercato di approfondire ulteriormente la sua conoscenza olfattiva. Cécile ha aggiunto: "Questa è una formazione completa che ci insegna tutti gli aspetti del business dei profumi mentre lavoriamo in stretta collaborazione con gli altri professionisti presenti nel campo". E poiché MANE considera i suoi laureati come artisti olfattivi, Lisa ha riassunto bene il tutto dicendo: "La MANE School of Perfumery mi ha permesso di completare il mio obiettivo di diventare un profumiere e di darmi le chiavi per creare profumi da sola, in questo ambiente creativo pieno di libertà. "

La prossima settimana, nella seconda parte visito ISPICA e parlo con IFF.

Per maggiori informazioni visita:
https://www.givaudan.com/
https://ecole-parfum.com/
https://www.mane.com/fragrances/perfumery-school

Uno studente lavora con gli ingredienti, Givaudan Perfumery School
I giardini di Givaudan ad Argenteuil
Studente lavora con gli ingredienti, Givaudan Perfumery School
Giardini Givaudan ad Argenteuil
Studenti ESP che lavorano su prove
Classe dell'ESP
Studenti ESP Students lavorano in laboratorio
Cecile Muller di MANE in un campo di Rosa Centifolia a Grasse