Dominique Roques, la voce e l'anima degli ingredienti naturali

2021 . 09 . 07 | scritto da Laurence Arrigo Klove

Aggiungi alla mia selezione

Contenuti originali di Essencional

ingredienti

Sostenibilità

+2

Grazie alla sua missione premurosa, gli ingredienti non tacciono più. Nel suo libro, ascoltiamo la storia di ogni ingrediente e comprendiamo la loro melodia unica. Diffusa in tutto il mondo, si dispiega questa inedita storia di famiglia.

Domanda: Dominique, partiamo dall'inizio, dove e quando ti è venuta in mente l'idea di scrivere un libro? Avevi scritto un diario di viaggio come base per il tuo libro?

Devo confessare che non solo ho avuto 0 note per iniziare, ma anche 0 esperienza in termini di scrittura. Semplicemente, ho dovuto affrontare questa nuova sfida con determinazione e tenacia. Mi ci sono voluti 2 anni per scrivere 18 capitoli e completare il libro. Nel corso degli anni, i miei amici mi avevano inesorabilmente suggerito di condividere le mie esperienze in un libro. Il mio ultimo viaggio alla fonte dell'incenso in Somaliland* è stato il punto di svolta. Le mie emozioni nel vedere tanta "Storia" davanti ai miei occhi sono state così intense che ho deciso che avevo il dovere di trasmetterla. Ho sentito l'impulso di raccontare la storia dei miei 30 anni di vagabondaggio nel mondo dell'approvvigionamento di ingredienti. Il mio obiettivo era concentrarmi sulle storie umane uniche dietro ogni ingrediente naturale. Non volevo certo scrivere un noioso libro tecnico, ma invece uno basato su aneddoti, su storie vere con personaggi. La mia intenzione era quindi quella di scrivere un romanzo basato sui miei viaggi alla ricerca degli ingredienti, così l'ho chiamato "Cueilleur d'essences".

*Il Somaliland è un paese indipendente dal 1991, separato dalla Somalia, non ancora ratificato dalle Nazioni Unite

Dominique felice di fianco ad un albero di incenso in Somaliland

Domanda: Beh, sembra che tu abbia iniziato a brillare perché il libro è stato un vero successo e sta per essere tradotto e pubblicato in più paesi in tutto il mondo. Dicci di più.

Innanzitutto devo dire che sono stato onorato di essere stato scelto da una prestigiosa casa editrice francese come Grasset. Il successo del libro è molto al di sopra delle mie aspettative così come il ritmo con cui stanno uscendo le nuove edizioni straniere. Per Natale il libro sarà pubblicato in 10 paesi come Inghilterra, Italia, Cina, Olanda, Russia, Repubblica Ceca, Spagna e altri… Sembra che la mia intenzione di parlare dell'umanità in generale sia riuscita. Sono felice che il mio messaggio sia stato compreso. In un certo senso, il mio libro viaggerà anche in tutti quei diversi paesi e sarà inserito nella sezione itinerante di una vasta gamma di librerie. Non conosco ancora i titoli dei libri nelle loro edizioni straniere. Sono molto curioso di scoprirli.

Cueilleur D’essences, Il primo libro di Dominique Roques

Domanda: Sono sicura che questo ha innescato nella tua mente l'idea di scrivere un altro libro perchè sembra che tu abbia molte più storie in serbo...

Beh... potrei avere un'altra idea in mente per un secondo libro. Certo, potrei scrivere di ingredienti non scelti per questo primo libro poiché ne ho selezionati solo 17 su 150. O di altri paesi tra le 50 destinazioni in cui ho viaggiato. Ma alla fine, sono tentato di scrivere un pezzo sul mio viaggio nella storia delle foreste e del loro destino una volta che l'uomo vi è entrato con asce di bronzo...

Domanda: hai dedicato il tuo libro a tuo padre “che mi ha mostrato il sentiero che porta agli alberi”, puoi dirci qualcosa di più su questo sentiero?

Certamente. Innanzitutto, è stato solo quando ho finito il libro che mi sono reso conto che in molti capitoli avevo raccontato la storia di un albero dei profumi. Il modo in cui il profumo si estraeva in passato, il modo in cui si continua nei tempi moderni, i pericoli legati all'avidità e le sfide di una produzione virtuosa. Uno che preserva sia la natura che le persone che ci lavorano. Mi è venuto in mente mio padre quando a un certo punto della sua vita è andato in California e in Alaska dove ha lavorato come boscaiolo. In più occasioni mi ha trasmesso la sua passione e il rispetto per gli alberi, la loro età, la loro altezza, le loro storie... Semplicemente li amava. Sto seguendo la sua strada.

Nelle montagne di El Salvador, un uomo lavora su un imponente albero di balsamo del Perù.

Domanda: se dovessi scegliere solo una frase dal libro quale sceglieresti?

Sicuramente ne sceglierei una dal capitolo conclusivo poiché ho avuto grande cura nel riassumere i miei pensieri e nell'esprimere chiaramente il significato del mio lavoro e dell'approvvigionamento di ingredienti sostenibili: '... Poi lui (il profumo) si allontana dolcemente, raccontando a noi e all'aria tutto ciò che la terra gli aveva affidato, fino alle sorgenti dei profumi del mondo.

Domanda: Puoi spiegarci come hai scelto un sottotitolo per ogni capitolo che è piuttosto enigmatico come "la Terra piena di ombre e luci" per il vetiver haitiano?

Certamente. Come ti dicevo volevo scrivere una storia per ogni ingrediente, una storia umana. Quindi, cerco di rappresentare la geografia, i paesaggi, la storia, le persone che ci vivono, le comunità che lavorano con tale ingrediente, le tradizioni che portano avanti... Mi sembra che al di là di ogni storia di un ingrediente, abbiamo l'espressione di un pezzo di etnografia... La maggior parte delle volte, il sottotitolo mi è venuto in mente dopo aver finito di scrivere il capitolo. In un certo senso, è la mia presa personale, la mia emozione più forte da quella destinazione specifica.

Dominique ad Haiti, caricando il vetiver con la gente del posto prima della distillazione

Domanda: Dominique, tu sei un esperto in più di cento ingredienti naturali, posso chiederti se ne hai uno preferito?

Posso sceglierne 2? 1 è troppo difficile per me. Vada per la rosa dalla Bulgaria e il benzoino dal Laos. Ti racconto un segreto: avevo scritto diversi capitoli sulla rosa, tanto è grande la mia passione per essa. Alla fine, ci sono solo 2 capitoli a riguardo. La rosa è il fiore eterno, il simbolo di una donna, complessa, sempre diversa, impossibile stancarsi. La Bulgaria è speciale per me per molteplici ragioni. In primo luogo, la produzione di rose durante il periodo comunista si fermò. Personalmente ho raccolto la sfida di riavviarlo a metà degli anni novanta. Secondo, servono 1 milione di fiori per solo 1 kg di essenza di rosa! Con solo 3 settimane di raccolta in primavera nelle mani esperte di donne delle comunità zingare. Che risultato! Il paesaggio è incantevole, si chiama la "valle delle rose", piena d'acqua e ragazze con le rose che adornano i capelli. Sono anche innamorato del benzoino del Laos, cresce nel nord del paese. Il paesaggio è stupendo, pieno di risaie, foreste, villaggi tradizionali, in un clima subtropicale, assolutamente esotico. Il benzoino si estrae dagli alberi, quelli enormi, noi umani siamo così insignificanti accanto a loro.

Ragazze zingare bulgare che raccolgono rose

Domanda: sei un viaggiatore esperto, abituato a una "vita nomade", ma c'è una destinazione che non ti piace particolarmente?

Devo essere stato benedetto dagli dei - o dai miei ingredienti - poiché nessuno dei miei viaggi è andato storto. Posso tornare felicemente in ogni destinazione in cui sono stato. Ognuna ha il suo fascino ed è piena di nuove conoscenze: persone con cui confrontarsi, ingredienti meravigliosi da reperire, distillerie locali da visitare, musica locale da ascoltare, cibo da gustare... alla fine, esperienze autentiche. Credo che uomo e natura possano convivere bene, rispettandosi a vicenda. Tuttavia, c'è una cosa che mi fa sentire a disagio ed è l'estrema povertà. L'ho visto ad Haiti e in Madagascar, e fa male. Mi aiuta sapere che il mio lavoro assicura che le persone possano guadagnarsi da vivere

Campo di gelsomini nel Tamil Nadu, India

Domanda: Allora, Dominique, se ho capito bene sei intrappolato tra il campo e il laboratorio, quanto è comoda questa posizione?

Chiaramente, è una posizione molto preziosa in cui trovarsi. Dal mio punto di vista, sono molto fortunato a poter parlare con le 2 estremità opposte della "catena del profumo". I produttori da un lato, i profumieri dall'altro. I campi e i loro odori, così come gli eleganti uffici commerciali e i loro laboratori. Ho l'intera visione che mi permette di lottare sempre per la soluzione migliore, poiché ogni parte è piuttosto esigente. La mia sfida è infatti trovare il più alto livello di qualità e sostenibilità degli ingredienti e selezionare l'impianto di distilleria appropriato, il tutto al giusto prezzo e per una durata considerevole. Questo processo richiede tempo e di solito richiede diverse visite sul campo. La missione di approvvigionamento degli ingredienti più difficile è stata l'oud. L'ho superata solo grazie al Bangladesh.

Domanda: Secondo te, per fare bene nel tuo mestiere, di quali qualità hai bisogno?

Soprattutto, bisogna amare le persone. A mio parere, questo è un business basato sull'uomo, sulle comunità che seguono la tradizione e tuttavia guardano al futuro. Investire nel benessere delle persone e della natura. Anche i profumieri hanno il desiderio di continuare a creare i profumi più belli con i migliori ingredienti. Tutti sognano e lottano per un futuro migliore.

La tradizione continua, incenso in Somaliland

Domanda: Mi sembra che tu sia abbastanza ottimista riguardo al futuro, che consiglio daresti alla prossima generazione?

La natura è fragile e ha bisogno di essere protetta. In questo momento, c'è un crescente interesse e domanda per gli ingredienti naturali nei profumi, acquistati e prodotti in modo sostenibile. Questo per me significa prendere a cuore anche le persone che ci stanno dietro, il loro know-how tradizionale e il loro futuro. Vedo così tante persone appassionate in tutto il mondo determinate a combattere questo caso, quindi sì, sono ottimista. Posso solo lodarli. Continuate così!

Domanda: Infine, se dovessi scegliere una destinazione, qual è il tuo posto più felice sulla terra?

Il mio viaggio può finire in Calabria. Dalle colline guardo il mare e la Sicilia. Tutto intorno a me sento il delizioso profumo di bergamotto* e vedo i suoi bellissimi frutteti. La tradizione si mescola alla modernità con i nuovi impianti di distilleria di prima classe nelle vicinanze. Lusso e bellezza mescolati insieme. Sono semplicemente felice. Che Bello…

*Nella stagione invernale da dicembre a febbraio

__________________________________________________________________________________

Il manifesto degli ingredienti di Dominque Roques è forte e chiaro. Ci racconta la loro storia in modo articolato. I loro sogni. Le loro sfide. La loro gente. Grazie a Dominique, aprire una bottiglia di profumo non sarà più lo stesso. Verrà fuori una nuova emozione di grande impatto. Ascolteremo storie belle e mai raccontate. Riconnetterci con la bellezza degli elementi naturali. Come i bambini che vogliono che la storia venga raccontata ancora e ancora prima di andare a dormire, vogliamo che Dominique ci racconti la storia, ancora una volta. Per favore.